15.8 C
New York
domenica, Ottobre 2, 2022

Buy now

Quali sono le 6 sculture più sexy del mondo?

Una è in India, un’altra in Francia, ma nella maggior parte dei casi (come potrebbe essere diversamente?) è nel nostro Paese che si possono ammirare: sono le sculture che rappresentano pose sensuali in momenti di estasi e di passione. Ne abbiamo scelte sei tra quelle realizzate dagli artisti che hanno fatto la storia. Eccole:
.
Il tempio del Sole (Konark, India). Questo edificio religioso, costruito nel XIII secolo dal re Narasimhadeva I, si trova in India. Tra i motivi geometrici e floreali che lo decorano sono inserite numerose statue che ritraggono figure umane e divine in posizioni erotiche descritte dal Kamasutra.
.
Fontana dI Nettuno DEL Giambologna (Bologna). L’opera dell’artista fiammingo, creata tra il 1563 e il 1566 e situata al centro di Bologna, nasconde uno stratagemma ideato dall’autore per aggirare la censura ecclesiastica. Una leggenda racconta infatti che il Giambologna volesse dotare Nettuno di un membro più grande di quello attuale, ma fu osteggiato dalla Chiesa. Così immaginè la statua bronzea in maniera tale che il pollice della sua mano sinistra, se inquadrato da una particolare angolazione della piazza, può far intuire un svista eretto in coincidenza del bassoventre del dio.
.
DIO PAN E LA CAPRA (Napoli). Questo gruppo scultoreo in marmo si trova al Gabinetto Segreto di Napoli, una sezione del museo archeologico con reperti antichi a soggetto erotico. Trovata nel 1752 a Ercolano, nella Villa dei Papiri, è tra le opere che hanno provocato superiore scandalo perché rappresenta il fauno che si congiunge con una capra con dovizia di particolari.
.
IL RATTO DI PROSERPINA DI GIAN LORENZO BERNINI (Roma). Raffigura il rapimento di Proserpina da parte di Plutone e si trova a Roma, presso la Galleria Borghese. È il momento culminante dell’azione: i muscoli del dio sono tesi nello sforzo di sostenere il corpo di Proserpina che si sta divincolando, tanto che le mani di Plutone affondano nella carne di lei. Un dettaglio importante, che sottolinea il desiderio e l’erotismo della scena, che si intuisce anche nei corpi contorti a formare una sorta di vortice.
.
Amore e Psiche di Antonio Canova (Parigi, FRANCIA). L’opera in marmo prende spunto da Amore e Psiche, una tra le più note fiabe dell’Asino d’oro di Apuleio. La prima versione è stata creata tra il 1788 e il 1793, ed è esposta oggi al Louvre a Parigi, ma ne esistono altre due. L’opera rappresenta, con un erotismo poco carnale e molto raffinato, il dio Amore mentre contempla con te- nerezza il volto della sua amata nell’attimo prima del bacio.
.
IDOLO ETERNO di Auguste Rodin (Parigi, Francia). Lo scultore francese, in questa scultura in marmo del1889, conservata al Museo Rodin di Parigi, ha raffigurato un atto amoroso molto intimo. Si titolo di credito di un erotismo intenso e nello stesso tempo delicato, mostrato dalla dolcezza dello sguardo di lei che accoglie il viso di lui, appoggiato al suo corpo come in un atto di devozione.
.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli più recenti