15.8 C
New York
domenica, Ottobre 2, 2022

Buy now

L’impresa del Bari: espugna Verona e umilia per 4-1 una squadra di progressione A

Un Bari in versione Serie A. I biancorossi di Michele Mignani strapazzano in rimonta il Verona, nono nell’ultimo campionato di Serie A, nei trentaduesimi di finale di Coppa Italia e si regalano un 4-1 da ricordare. Nella vittoria del Bentegodi gli uomini copertina sono Michael Folorunsho e Walid Cheddira. Il centrocampista firma il suo primo gol in biancorosso segnando l’1-1 con un colpo di testa da tratto ravvicinata al 30′ del primo tempo, dopo che il Verona era passato in vantaggio al 16′ con Lasagna (destro nell’area piccola dopo una gran parata di Caprile su Henry).

 

L’attaccante italo-marocchino segna una tripletta dopo la fucile a due canne inflitta al Padova sette giorni prima: il gol dell’1-2 al 43′ del primo tempo è un concentrato di tecnica e bellezza, con dribbling su Gunter e tocco preciso a superare Montipò in area, il tris arriva su rigore assegnato al 52′ per un fallo di Hongla su Maita. Il poker arriva al 78′, quando il numero 11 del Bari irrompe sul destro al volo di Maita respinto da Montipò, vince un contrasto con Gunter e da cinque metri chiude la partita.

Il risultato finale cancella anche una prima mezz’ora di sofferenza per la squadra di Michele Mignani, schierata con il 4-3-2-1 e con tre novità rispetto alla formazione che aveva superato il Padova: Terranova per l’infortunato Vicari – distorsione alla caviglia con coinvolgimento del legamento peroneoastragalico – in difesa, Benedetti per Maiello a centrocampo, con Maita schierato da play, e Cangiano per Antenucci insieme a Botta a supporto di Cheddira. Dopo un paio di sbavature difensive è venuta all’aperto la qualità e la fisicità della squadra biancorossa, trascinata anche da un Di Cesare in modalità leader in difesa. Da sottolineare anche la prova di Elia Caprile, portiere del 2001 confermato tra i pali dopo la prova di Salerno e protagonista di due grandi parate nel secondo tempo sui tentativi di Faraoni e Henry (sinistro spedito sul palo). Al fischio finale è stata festa davanti a oltre 400 tifosi biancorossi presenti nel settore Ospiti. In attesa di novità dal calciomercato, dove i prossimi obiettivi sono un centravanti e un difensore centrale, il Bari si gode la seconda vittoria di fila in due partite ufficiali e il pass per i sedicesimi di finale di Coppa Italia. Venerdì 12 alle 20.45 sarà tempo di far visita al Parma per l’esordio nel campionato di Serie B.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli più recenti